NewIndependenceParty.org

Avvertimento: Ció è una traduzione automatica dall' inglese da Babelfish. Ci possono essere inesattezze.

di nuovo a: indice


Capitolo cinque

Il mio tentativo di organizzare un congresso su commerciale

In 2004, avevo fatto una campagna per il presidente in primario Democratic della Luisiana per l'obiettivo unico di avanzamento della proposta commerciale che ho chiamato “datore di lavoro-specific tariffo„. Se avessi un'edizione particolare all'aumento nella campagna di senato, dovrebbe essere qualcosa di simile. L'economia di Stati Uniti era in pericolo. Gli elettori potrebbero riferire alla minaccia di lavoro. Renderei a protezionismo commerciale la plancia principale in mia piattaforma di campagna.

La mia risoluzione è stata sostenuta da un articolo nell'International Herald Tribune che avevo letto mentre viaggiavo in Asia nel metà di dicembre 2007. Non è intitolato “il Yuan il problema„, esso è stato scritto da un professore di economia all'istituto universitario di Ramapo in Behzad chiamato il New Jersey Yaghmaian. Recentemente era stato in Cina che studia le relative istallazioni industriali. La sostanza della sua discussione era quella che forza il cinese deflazionare il valore della loro moneta non risolverebbe il deficit commerciale della nostra nazione perché gli Stati Uniti avévano perso la relativa base di fabbricazione su molte industrie. Un dollaro più debole riguardante il yuan non riporterebbe la produzione degli Stati Uniti ma li forzerebbe comprare da altri produttori stranieri.

Ho corrisposto al professor Yaghmaian dal email. Non ha avuto alcune proposte per ridurre il deficit commerciale degli Stati Uniti tranne per incoraggiare più corsa al nostro paese dal cinese ricco. Tuttavia, la sua analisi del problema era simile a mie. Ho apprezzato l'individuazione dello spirito affine. Abbiamo osservato il commercio più o meno allo stesso modo.

Nel mio punto di vista, lo squilibrio commerciale ha potuto essere risolto soltanto dalle tariffe. Quello mi ha reso “un protezionista„, io suppone. Tuttavia, il libero scambio era più una religione che una posizione di politica economica. Gli ideologhi di libero scambio, ensconced nei reparti di economia delle nostre università, stavano dicendo che era un errore da essere in disaccordo con loro. Stavano dicendo che la tariffa controproduttiva di Hawley-Smoot di 1930 ha dimostrato che le tariffe imponenti sarebbero un disastro.

Assurdità, ho pensato; una tariffa è soltanto una tassa. Non avremmo guerre commerciali fra le nazioni perché la natura di commercio è cambiato. Più non sono le nazioni di Europa o del Giappone bucato contro gli Stati Uniti, ogni appoggio delle relative proprie ditte di fabbricazione. Queste ditte ora sono globali. Ciascuna hanno filiali straniere con un reclamo ad appoggio del governo in quelle nazioni. Le multinazionali, ho pensato, ora stavo giocando un gioco per produrre le merci con manodopera a buon mercato in paesi sottosviluppati ed allora per vendere i prodotti nei mercati dei paesi sviluppati. Le politiche di libero scambio hanno garantito che questo gioco potrebbe essere giocato senza interferenza di governo. Quello era il nuovo modello di commercio e non funzionerebbe. Testimoni il nostro deficit commerciale enorme.

La soluzione titolata per i nostri problemi commerciali apparenti era di sperare che, a tempo, i sindacati presentassero nelle nazioni quale la Cina per richiedere gli più alti stipendi. Da un lato, gli organizzatori del sindacato in Colombia stavano assassinandi dal segno. Le multinazionali intelligenti stavano chiudendo le fabbriche che erano stato organizzate e stavano spostando i loro funzionamenti verso le nuove posizioni. Una tariffa imposta dal governo degli Stati Uniti non permetterebbe che le multinazionali profittino di dalle loro pratiche di lavoro difettose. Queste aziende dovrebbero pagare il privilegio di vendita delle loro merci economicamente prodotte negli Stati Uniti. La tassa era inevitabile.

Che genere di tassa? Ho favorito “una tariffa di datore di lavoro-specific„. Era un concetto che avevo sviluppato in un articolo per una pubblicazione del Partito Verde, “rigenerazione di sintesi„, pubblicata nella primavera di 1993. Una tal tassa non sarebbe imposta sulle merci importate da determinate nazioni, ma sulle merci ha prodotto e spedetto dalle aziende sicure. Ha potuto, infatti, essere una tariffa di fabbrica-specific.

Questa tariffa avrebbe un cambio flessibile. Conoscere il livello retributivo in una fabbrica, nelle ore del lavoro, nel numero delle unità prodotte, ecc. dalle verifiche annuali, uno potrebbe calcolare un tasso di tariffa che avrebbe livellato i costi della manodopera fra i costi in questa fabbrica e che cosa avrebbe costato negli Stati Uniti con gli Stati Uniti - stipendio graduato. Che cosa riduzioni dei costi potrebbero essere realizzate dagli stipendi più bassi, lo stesso costo dell'per-unità potrebbe essere schiaffeggiato sul prodotto mentre ha entrato negli Stati Uniti da vendere qui. Forse la tariffa riguarderebbe tutto differenziale di costo, o forse soltanto parte, ma questo sarebbe almeno un senso occuparsi della radice del problema commerciale che non era i tassi di valuta ma stipendi sostanzialmente più bassi nei paesi esportatori che negli Stati Uniti.

Inoltre ho veduto questo genere di tariffa come il fondamento di uno sforzo internazionale per migliorare gli stipendi intorno al mondo. Più bassi gli stipendi in una fabbrica, più alta la tariffa sarebbe. E più alti gli stipendi, più bassa la tariffa. I datori di lavoro quindi riterrebbero meno dolore se sollevassero gli stipendi. Il governo cinese non potrebbe obiettare se gli stipendi aumentassero per gli operai cinesi occupati in fabbriche che esportano le merci negli Stati Uniti. Non potrebbero obiettare se le piante di fabbricazione che forniscono le nostre merci facessero più di meno l'inquinamento della loro acqua ed aria. Le nostre tariffe non devono scintillare una guerra commerciale.

La chiave ad esso, benchè, sia il livello di ore del lavoro. Le ore ridutrici del lavoro hanno significato che i livelli di occupazione potrebbero essere effettuati anche se le macchine hanno spostato i lavori dell'essere umano. Poichè le nazioni industrializzano, ci è un livello adatto di ore lavorative. Le nazioni su scala industriale avanzate possono permettersi le più brevi ore del lavoro. Ma tutta la necessità di associarsi a questo processo per effettuare alta occupazione globale. Le nazioni del mondo potrebbero cooperare nell'assicurarsi che il progresso verso le ore più basse continuasse regolarmente. Le tariffe sarebbero il meccanismo per punire i governi nazionali che hanno provato a guadagnare un vantaggio commerciale mantenendo le ore di lunghezza. Anche - no, in particolare - gli Stati Uniti potrebbero diventare conforme alle sanzioni del commercio internazionale. Sempre più stavamo abusando i lavori.

Nel frattempo, nella primavera di 2008, un concorso primario stava infuriando fra due candidati presidenziali Democratic, Barack Obama e Hillary Clinton. Entrambi hanno criticato il NAFTA. Entrambi hanno espresso la preoccupazione circa la base di fabbricazione d'erosione dell'America. Tuttavia, è sembrato a me che né l'uno né l'altro candidato presentasse un'immagine libera di un'alternativa. Obama ha detto che avrebbe eliminato le riduzioni delle imposte alle aziende che hanno spedetto i lavori oltremare. Ha implicato che il codice fiscale ricompensasse la delocalizzazione.

Se fosse soltanto così facile! Ho pensato che il problema non fosse il codice fiscale o manipolazione di valuta presunta della Cina ma il fatto che gli operai in Cina ed altri paesi a basso reddito sono pagati così tanto di meno che negli Stati Uniti. E nostro “esperti„ hanno implicato che gli Stati Uniti potrebbero fare concorrenza ancora nei mercati globali se ci trasformassimo in in un'economia “di capacità intellettuali„ ed investito nella formazione. Era gli educatori che dicono tali cose.

Perché non metta le idee fuori là?

La radice del problema, ho pensato, sono che nessuno avesse avanzato le proposte serie di politica commerciale alternativa. Se non gradiciamo il libero scambio, che cosa preferiremmo avere nel relativo posto? Ci devono essere persone premurose fuori là con i suggerimenti commerciali su come conservare i lavori. La mia missione era di trovarli ed invitarli ad un congresso. Le proposte di alternative all'ortodossia di libero scambio hanno potuto essere presentate qui. Il professor Yaghmaian potrebbe trasportare l'allocuzione programmatica. Potremmo registrare il congresso su video ed inviare i nastri sul Internet. Allora chiunque è scelto presidente in novembre avrebbe qualcos'altro da esaminare. Il libero scambio non vincerebbe per difetto.

Inoltre ho pensato che una campagna politica fosse una sede della riunione adatta per tali discussioni. L'oggetto sarebbe di trovare le persone di varie persuasioni politiche con scambio provocatorio di idee libero. I, come candidato del partito di indipendenza per il senato degli Stati Uniti, sarebbe una tale persona. Ho elaborato una lista dei creatori di politica commerciale da un'estremità dello spettro politico all'altra, disegnante sul mio ricordo delle persone e dei gruppi che si erano opposti al NAFTA nel `in anticipo 90s.

In una lettera datata 14 maggio 2008, ho proposto a quelle persone che day-long un congresso be fosse tenuto a Minneapolis fra il 7 agosto e 20 agosto allo scopo di presentare ad alternativa le proposte commerciali. Sarebbero presentate in seguito uno dopo l'altro, con una breve discussione. Questa riunione sarebbe fissata poco prima le convenzioni nazionali Democratic e repubblicane. Un tal evento si presenterebbe nel contesto della campagna presidenziale 2008. Mi sono identificato come candidato del partito di indipendenza per il senato.

Alcuni quale mi metterà in contatto con per posta erano: John (“Rick ") MacArthur, editore dello scomparto del Harper; Pat Buchanan; Ralph Nader; SPINTA di organizzazione del Jesse Jackson; Kevin "phillips"; Paul Craig Roberts; Ross Perot; Cynthia McKinney, candidato presidenziale del Partito Verde; Mandrino Baldwin, candidato presidenziale del partito di costituzione; Sherrod Brown, un senatore degli Stati Uniti dall'Ohio; Tom Londra dell'alleanza per commercio responsabile; Scott Hoffman dei cittadini per le soluzioni globali; Faux del Jeff dell'istituto di politica economica; Jim Benn della federazione per ritegno ed il rinnovamento industriali (FIRR) in Chicago; Bama Ahraya dei lavori internazionali radrizza la tribuna in Washington, DC; Ruth Kaplan dell'alleanza per la democrazia a Boston; e Manuel Perez dell'istituto per gli studi in Washington, DC di politica

Inoltre ho reso le telefonate alla gente locale informate circa commercio. David Morris, un esperto commerciale, era vice presidente dell'istituto per la fiducia in se stesso locale a Minneapolis. Avevo assistito ad un fundraiser per la campagna del Ritchie del contrassegno per il ministro a sua casa in 2006. Alicia Ranney era la persona part-time per coalizione del commercio giusto del Minnesota, un'organizzazione del personale che avevo contribuito a trovare in 1991. Alexandra Spieldoch era uno specialista commerciale con l'istituto per politica commerciale agricola e. Contrassegni Ritchie, ora ministro del Minnesota, aveva fondato questo gruppo negli anni 80 ed era stato il relativo direttore esecutivo per molti anni. Avevo una conoscenza di con quei gruppi dalla mia partecipazione alla lotta contro NAFTA nell'inizio degli anni 90.

La mia prima telefonata era a David Morris. Identificandomi come candidato del partito di indipendenza per il senato degli Stati Uniti, ho chiesto se potessi incontrarlo brevemente per discutere un'idea per un congresso locale su politica commerciale. La sua risposta non era “no„. No, non lo incontrerebbe perché, nel suo parere, il candidato per il regolatore in 2006, Peter Hutchinson del partito di indipendenza, aveva preso i voti a partire dal candidato Democratic, aiutando la rielezione repubblicana di vittoria del Tim Pawlenty del regolatore. Morris era un Democrat. Non lo incontrerebbe e quello era quello.

Inoltre ho disposto le chiamate ad Alicia Ranney ed a Alexandra Spieldoch, che erano più flessibili nei loro punti di vista. Ho incontrato in persona entrambi.

La riunione con Ranney ha avvenuto al secondo caffè della luna sul viale del Franklin lunedì il 19 maggio. Era relativamente nuova alla sua posizione con la coalizione del commercio giusto del Minnesota. Ranney ha detto che, quando ho avuto una proposta concreta per un congresso, lo avrebbe portato prima che il bordo del MFTC per vedere che supporto, all'occorrenza, potrebbe essere dato. Inoltre la ho sondata per vedere se sapesse delle proposte di commercio di alternativa. Ho espresso la disapprovazione di come l'edizione commerciale era stata - governi nazionali particolari “moralized„ demonized - ed il commercio detto dovrebbe avvicinarsi a da un nuovo sistema delle tariffe applicate uniformemente e senza rancore. Ranney è stato in disaccordo, citando gli omicidi degli organizzatori di lavoro in Colombia. Ho raggiunto la conclusione che ci non era molto fuori là seguendo le linee il mio pensiero. I commercianti anti-liberi sono stati messi a fuoco sui prodotti giusto-commerciali e su tali cose. Eravamo tutta la tale gente etica!

La mia riunione con Alexandra Spieldoch ha avvenuto negli uffici dell'istituto per politica commerciale agricola e sul viale del Clinton venerdì il 23 maggio. Spieldoch era una persona con esperienza ed informata sulle edizioni commerciali. Ha detto che lo IATP precedentemente aveva patrocinato un tal congresso con un buon risultato. Sì, la sua organizzazione potrebbe essere disposta ad aiutare con un congresso come che cosa stavo proponendo. Da un lato, l'attenzione del pubblico stava spostando alle edizioni come riscaldamento globale. Era sempre più difficile da trovare il finanziamento per studiare il commercio. Spieldoch ha accennato che alcuni gruppi che devo essere be sta mettendo in contatto con ed anche suggerito che denominassi il ministro l'ufficio per vedere se il contrassegno Ritchie potesse essere disponibile per pranzo. (Ho denominato un giorno in cui la linea telefonica era giù; successivamente, la mia attenzione è stata deviata altrove.) Ha detto che ha voluto essere mantenuta informata di progresso con i miei programmi. Era una buona riunione.

Mentre le settimane sono andato vicino, nessuno hanno risposto alla mia lettera. Ho passare una mattina sul telefono che denomino alcuno sulla lista. Ho parlato, per esempio, con una sig.ra Turner nella divisione del commercio internazionale della SPINTA di funzionamento. Ha detto che Jesse Jackson era dal paese. Dare un'occhiata al mio Web site ed otterrebbe indietro me. Non potevo raggiungerla nelle chiamate successive.

Inoltre ho parlato con una donna chiamata Barbara allo scomparto del Harper, tentante di raggiungere l'editore John MacArthur, che aveva scritto un libro, “la vendita dello scambio libero„. Ciò era circa come il Presidente Clinton ha sostenuto il NAFTA in cambio delle contribuzioni alla campagna a Democrats dagli interessi del Wall Street. Alcuni giorni più successivamente, MacArthur ha denominato. Mentre ha pensato l'idea di un congresso era suono, lui ha pensato che la mia proposta tenere il congresso in agosto fosse non realistica. Sarebbe migliore, forse, attendere fino a dopo l'elezione di novembre quando l'attenzione si sarebbe spostata dal fare una campagna a considerare le opzioni di politica. John MacArthur inoltre si è interessato al fatto che avevo scritto un libro con l'ex senatore Eugene McCarthy degli Stati Uniti, quale ha denominato un amico. Gli ho inviato una copia di quel libro.

Inoltre ho avuto una risposta da Paul Craig Roberts, un funzionario del dipartimento del Tesoro nell'amministrazione Reagan. Ha scritto in una risposta del email ad un messaggio che avrebbe partecipato felice ad un tal congresso ma non potrebbe levarsi in piedi l'idea di passare con la sicurezza di aeroporto ottenere a Minneapolis. Qui era un uomo di intelletto e di umore che esprimono la rassegnazione ironica a che cosa stava accadendo al nostro paese.

Verso la metà di giugno, la mia attenzione stava spostando alla mia propria corsa al Senato. Alcuni quali Alexandra Spieldoch e John MacArthur erano di appoggio della proposta di congresso, ma la maggior parte erano apatici nel migliore dei casi. Forse stavo provando a staccare un evento oltre la mia possibilità. Il fatto che presto sarei un candidato con i partigiani politici contrapposti a partito di indipendenza e potrò muddied le acque con altre. Così forse il progetto era mal elaborato. Le mie energie hanno dovuto essere disposte altrove.

Di conseguenza, il 10 agosto, infine ho tirato la spina sul congresso commerciale. Ho scritto tutto coloro che aveva ricevuto le lettere in maggio che il progetto è stato annullato.

al capitolo seguente

di nuovo a: indice

COPYRIGHT 2009 PUBBLICAZIONI di THISTLEROSE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

http://www.newindependencepartyorg/congress-5f.html